Domenica 03 dicembre 2017 – Grotta S. Angelo e miniera di bitume della Vaccareggia

Itinerario ad anello per scoprire importanti testimonianze storiche dell’economia e della religione ai piedi della Maiella. Partenza dall’area pic-nic di Fonte Pirella, proseguendo lungo la strada asfaltata in discesa per circa 400m fino ad arrivare all’imbocco del sentiero C3 (segnaletica del parco). Dopo circa 1 km si incontra un secondo bivio con l’indicazione (dx) per la grotta S. Angelo. Con comodo sentiero si scende fino al letto del torrente S. Angelo, che si risale in leggera pendenza affiancati da una bellissima falesia. Dopo una decina di minuti si incontra il bivio per l’antico luogo di culto rupestre dedicato all’Arcangelo Michele. Successivamente, continuando a percorrere il fosso S. Angelo, si giunge ad un ponticello in legno. Da qui, il sentiero si fa più pendente fino ad arrivare alla miniera di bitume della Vaccareggia, dove, con l’ausilio delle lampade frontali, si effettuerà la visita di 3 gallerie di scavo. Terminata la visita, si risalirà la costa dell’Avignone con sentiero ripido su roccia che conduce ad un’area pic-nic dalla quale si gode un bel panorama sul prospiciente sito minerario dell’Acquafredda. Di lì, una comoda mulattiera conduce al punto di partenza.

Difficoltà: E – dislivello 120 m ca.
Durata: 3 ore ca. (escursione completa).
Accompagnatori: Claudio Di Gregorio.
Equipaggiamento: Abbigliamento tecnico da escursionismo, scarponcini da trekking, bastoncini telescopici, giacca
antivento, guanti, copricapo, lampada frontale/torcia elettrica (obbligatori), casco (consigliato).

Al termine dell’escursione
previsto pranzo di chiusura Anno Escursionistico a Lettomanoppello.
Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, ore 8:00.

Iscrizione entro Sabato 25 Novembre ai numeri di cellulare riporati in basso.
IMPORTANTE: i NON SOCI CAI dovranno fornire all’atto dell’iscrizione nome, cognome, data di nascita,
indirizzo di residenza e numero cellulare per la stipula dell’assicurazione obbligatoria (pari a 7 €).
Info ed iscrizioni: Claudio: 3282217424 / Carlo: 3487058837 / Andrea: 3393407632 / Giovanni:
3351438050

22 Ottobre 2017 – Monte Infornace e Monte Prena – via Cieri

Escursione Intersezionale con il CAI di Isernia divenuta ormai una classica della sezione di Popoli. Itinerario ad anello impegnativo ma di un fascino unico,  regala un contatto con la roccia del Gransasso da assaporare anche con le mani nei facili passaggi alpinistici di primo grado che si incontrano lungo il percorso pertanto è consigliato l’uso del casco. L’ascesa lungo il sentiero intitolato a Raffaele Cieri ci condurrà sul Monte Infornace (m.2469) per poi proseguire verso il Monte Prena (m. 2561) . La discesa altrettanto scenografica sulla via normale per il vado di Ferruccio.

Difficoltà: EE – dislivello 1100 m.
Durata: 6 ore (incluse soste).
Accompagnatori:  Carlo Diodati (ANE), Andrea Lattanzio (ASE), Luca Mariani (ASE).
Equipaggiamento:  Abbigliamento idoneo alla quota ed alle condizioni climatiche  (*)  
Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, 7.00 .

(*)  Bastoncini telescopici, acqua (1-2 litri) ,  giacca antivento, crema solare, guanti, cappello, pile ,scarponi da trekking , casco .

Iscrizione entro venerdi 21 Settembre (ore 12:00)

IMPORTANTE: per i NON SOCI CAI è obbligatoria l’assicurazione giornaliera da stipulare all’atto dell’iscrizione. Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 / Andrea:  3393407632/ Alex: 3393340234/ Luca: 3313629056  .

Domenica 08 Ottobre – Cammina CAI 2017 – Ceccano (FR) via Francigena del Sud

Inaugurazione della bretella di collegamento Castello dei Conti – via francigena del sud.

PROGRAMMA

ore 8.20 – Ritrovo partecipanti presso il Castello dei Conti di Ceccano.

ore 9.00 – Partenza

Percorso : dal Castello dei Conti attraverso Santa Maria Fiume e via Casette si raggiungerà via Colle Leo dove avverrà l’incontro con i gruppi provenienti da Frosinone e Torrice. Si proseguirà poi verso la Cervona di Torrice per momento di convivialità e festa del pellegrino.

Domenica 1 Ottobre 2017 – Monte D’Ugni e Rifugio Martellese (2049m)

Suggestivo itinerario ad anello che permette di raggiungere il pianoro ai piedi del Monte D’Ugni e della Cima Martellese, attraversando il Fosso la Valle (chiamato anche Vallone di Palombaro o Vallone d’Ugni). Qui è posto il Rifugio Martellese ed è possibile ammirare il Monte Acquaviva, Le Murelle, La Valle dell’Inferno, Le Gobbe di Selvaromana e La Maielletta. Per chi volesse risparmiarsi la fatica dei 1300m di ascesa, vi è la possibilità di visitare la Grotta Sant’Angelo a poco più di 20 minuti dalla zona di parcheggio auto.

Difficoltà: EE – dislivello 1300 m ca.

Durata: 7 ore ca. (escursione completa).

Accompagnatori: Carlo Diodati (ANE), Andrea Lattanzio (ASE), Claudio Di Gregorio.

Equipaggiamento: Abbigliamento tecnico da escursionismo, scarponcini da trekking, bastoncini telescopici, giacca antivento, guanti, copricapo, pile leggero ed occhiali da sole; pranzo al sacco, acqua almeno 1,5 litri.  

Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, ore 7:00.

Iscrizione entro e non oltre Sabato 30 Settembre (ore 12:00) ai numeri di cellulare riporati in basso. IMPORTANTE: i NON SOCI CAI dovranno fornire all’atto dell’iscrizione nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza e num. cellulare per la stipula dell’assicurazione obbligatoria (pari a 7 €).

Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 / Andrea: 3393407632

Domenica 24 Settembre 2017 – Monte San Nicola

L’itinerario proposto ci  porterà a scoprire la cima più a sud-est del gruppo del Sirente immerso in un ambiente selvaggio e poco frequentato con pendii dolci e spogli che permettono di godere a pieno del panorama che spazia dalla piana del Fucino alla Majella fino al Gransasso. Alle pendici del Monte San Nicola si trova il piccolo  borgo di Gagliano Aterno (650m) dal quale si sale fino a quota (1040m) presso la piccola cappella della Madonna del Carmine punto di partenza dell’escursione.

Difficoltà: E – dislivello 1000 m ca.

Durata: 5 ore ca. (escursione completa).

Accompagnatori: Carlo Diodati (ANE), Luca Mariani (ASE),Andrea Lattanzio (ASE).

Equipaggiamento: Abbigliamento tecnico da escursionismo, scarponcini da trekking, bastoncini telescopici, giacca antivento, guanti, copricapo, occhiali da sole e crema solare; pranzo al sacco, acqua almeno 1,5 litri.  

Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, ore 7:30.

 

Iscrizione entro Sabato 23 Settembre (ore 12:00) presso Grifone Electronics (CENTRO TIM), P.zza Paolini – Popoli – ed ai numeri di cellulare riporati in basso. IMPORTANTE: i NON SOCI CAI dovranno fornire all’atto dell’iscrizione nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza e num. cellulare per la stipula dell’assicurazione obbligatoria (pari a 7 €). Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 / Andrea: 3393407632 / Grifone: 085 9879031

17 Settembre 2017 – Monte Marsicano (2245m) – Intersezionale con sez. CAI Napoli

Lungo e magnifico itinerario che permette di raggiungere la vetta del Monte Marsicano, attraverso crinali che offrono straordinari panorami in tutte le direzioni e sui valloni protetti della Riserva Integrale. Possibili incontri con la fauna del Parco.

Si sale, dal km 53 della Strada Regionale 83 Marsicana a quota 1060 m, dapprima a Pianezza e poi toccando lo stazzo di Monte Forcone.

 

Difficoltà: EE – dislivello 1200 m ca.

Durata: 7/8 ore ca. (escursione completa).

Accompagnatori: Carlo Diodati (ANE), Andrea Lattanzio (ASE).

Equipaggiamento: Abbigliamento tecnico da escursionismo, scarponcini da trekking, bastoncini telescopici, giacca antivento, guanti, copricapo, occhiali da sole e crema solare; pranzo al sacco, acqua almeno 1,5 litri.  

Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, ore 7:30.

Iscrizione entro Sabato 16 Settembre (ore 12:00) presso Grifone Electronics (CENTRO TIM), P.zza Paolini – Popoli – ed ai numeri di cellulare riporati in basso. IMPORTANTE: i NON SOCI CAI dovranno fornire all’atto dell’iscrizione nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza e num. cellulare per la stipula dell’assicurazione obbligatoria (pari a 7 €). Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 / Andrea: 3393407632 / Grifone: 085 9879031

Domenica 27 Agosto 2017 – TRAVERSATA DELLE PAGLIARE dallo Chalet del Sirente al borgo medioevale di Fontecchio

Affascinante traversata che accomuna natura, storia e tradizioni d’Abruzzo. Siamo nel cuore del Parco Regionale Sirente-Velino e più precisamente nella zona “a cavallo” fra i Prati del Sirente e la media Valle del fiume Aterno dove, ai piedi di ripidi pendii boscosi, sorgono i borghi di Tione degli Abruzzi e Fontecchio. L’itinerario si snoda su sentieri e comode carrarecce, mai eccessivamente faticose. Tre sono i principali elementi di attrattiva dell’itinerario: la dolomitica e spettacolare parete nord del Monte Sirente, le cui rocce svettano sopra i boschi e i prati dell’omonima piana, gli antichi villaggi agresti delle Pagliare, eccezionale testimonianza della cultura contadina della montagna abruzzese di un tempo, ed il magnifico borgo medioevale di Fontecchio.

Lasciando un auto a Fontecchio per poter riportare gli autisti alla località di partenza  (chalet), è possibile effettuare l’itinerario in sola andata, con dislivello totale negativo

Percorso proposto

Fonte dell’Acqua (Chalet Sirente) – Lago di Tempra – Chiesa SS. Trinità -Pagliare di Tione – Pagliare di Fontecchio – Fontecchio

Punto ed ora di partenza

Popoli P.zza Paolini, ore 8.00 oppure accesso al sentiero 19A nei pressi dello Chalet Sirente (quota 1.185 m), ore 9:00.

Punto di arrivo

Fontecchio dal sentiero 20D (quota 663 m)

Tempo di percorrenza
6h00

Difficoltà

E

Lunghezza

14,5 km

Descrizione
Sulla strada che collega Secinaro con Rocca di Mezzo, poche centinaia di metri dopo lo chalet Sirente, a destra, in corrispondenza di un ampio parcheggio, ha inizio il sentiero n. 19A (segnaletica verticale in legno, quota 1.185 m). Si percorre il bel sentiero che con alcuni saliscendi nel bosco in circa 2 km conduce al piccolo Lago di Tempra (1.190 m). Dal lago ha inizio una bella e comoda carrareccia che si percorre in discesa per circa un chilometro fino ad incrociare una stradina asfaltata proveniente da Goriano Valli (1.160 m). Si segue la strada a sinistra ed in discesa al km 5,0 si raggiunge la Chiesetta della SS Trinità (quota 980 m) in bella posizione panoramica sui Piani di Iano e sul dolomitico versante nord del Monte Sirente. Da qui, si scende nella piana e quindi si inizia a salire verso le Pagliare di Tione (1.084 m) che si raggiungono al km 6,8, ancora imponente il panorama verso la nord del Sirente. In corrispondenza di un grande pozzo in muratura, un po’ nascosta dalla vegetazione, ha inizio una pista che in discesa raggiunge al km 9,4 un laghetto, ormai in vista delle Pagliare di Fontecchio (1.015 m) che si raggiungono percorrendo una carrareccia in ripida salita (km 9,7).

Una comoda sterrata attraversa il piccolissimo borgo e al km 10 si ricongiunge con la carrareccia principale. All’uscita delle Pagliare, lasciando a sinistra la chiesetta di sant’Anna, dopo pochi metri ci si immette, sulla destra,  nel sentiero 20D che in ripida discesa a tornanti conduce fino al fiume Aterno dove si attraversa il bellissimo ponte romano (quota 527 m). Si costeggia il vecchio mulino e quindi si sale, su carrareccia poi per una scalinata attraversando Porta da Piedi, fino al borgo medioevale di Fontecchio dove termina l’escursione ( quota 663 m).

Brevi note storiche
Le Pagliare sono villaggi agresti di altura, veri e propri “paesi in miniatura” di casette in pietra, un’eccezionale testimonianza della cultura contadina della montagna abruzzese di un tempo. Questi villaggi sorsero attorno al XV secolo soprattutto come ricovero e deposito del fieno, come pagliai appunto, da cui poi il nome di Pagliare. La media valle dell’Aterno infatti, stretta e ripida com’è, ha sempre offerto poco terreno fertile ai suoi abitanti che, per sopperire a questa carenza, durante la bella stagione, erano costretti a spostarsi negli altopiani soprastanti per coltivare la terra e far pascolare il bestiame. Una vera e propria migrazione estiva verso la montagna, unica nel suo genere in Abruzzo perché non era finalizzata al solo pascolo del bestiame ma anche e soprattutto alla coltivazione di grano, patate, farro e lenticchie.

Iscrizione entro venerdì 25 agosto (ore 12:00)

IMPORTANTE: per i NON SOCI CAI è obbligatoria l’assicurazione giornaliera da stipulare all’atto dell’iscrizione.

Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 .

Domenica 30 Luglio 2017 – Corno Piccolo (2655 m) – via Normale

Il Corno Piccolo è una vetta particolarmente interessante dal punto di vista alpinistico. Numerosissime sono le vie tracciate su tutti i suoi versanti, con qualsiasi grado di difficoltà. Spettacolare la parete Est dove risalta la splendida placca del Monolito. La via Normale sale lungo l´unico versante accessibile anche all´escursionista esperto, offrendogli la possibilità di arrivare su una vetta veramente aerea.

Difficoltà: EE – dislivello 650 m ca. (1200 m ca. in caso di funivia non funzionante). Durata: 7 ore ca. Accompagnatori: Carlo Diodati (ANE), Andrea Lattanzio (ASE). Equipaggiamento: Abbigliamento idoneo alla quota ed alle condizioni climatiche (*) Essenziale una buona condizione fisica.

Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, ore 6:30 – spostamento con auto proprie
(*) Scarponi da trekking, acqua (min. 1,5 litri), giacca antivento, crema solare, guanti, cappello, bastoncini telescopici.

Iscrizione entro Sabato 1 Luglio (ore 12:00) presso Grifone Electronics (CENTRO TIM), P.zza Paolini – Popoli – ed ai numeri di cellulare riporati in basso. IMPORTANTE: i NON SOCI CAI dovranno fornire all’atto dell’iscrizione nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza e num. cellulare per la stipula dell’assicurazione obbligatoria (pari a 7 €). Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 / Andrea: 3393407632 / Grifone: 085 9879031.

Domenica 18 Giugno 2017 – Lago della Duchessa e Murolungo (2184m)

Itinerario entusiasmante all’interno della Riserva Naturale Montagne della Duchessa. L’itinerario parte dall’abitato di Cartore (950 m), risale con forte pendenza la Val di Fua (dotato di un piccolo tratto attrezzato con catena) e prosegue nel Vallone del Cieco. Dalla testata del Vallone del Cieco (1670 m) si sale dolcemente fino al Lago della Duchessa (1788 m).

Da qui, per chi lo desidera, si percorre tutta la Valle Fredda per poi piegare verso ovest e raggiungere la vetta del Monte Murolungo (2184 m). Dalla vetta, a sud il Velino e l’ampio splendido circo glaciale della valle dei Briganti sono vicinissimi; ad ovest i modesti rilievi dei monti Carseolani. A nord il Morrone sovrastante il Lago della Duchessa, a nord-est il Puzzillo, ad est il Costone, il colle dell’Orso e la cima Trento.

Difficoltà: E – dislivello 850 m (fino al Lago); EE – 1250 m (fino al Murolungo).

Durata: 7/8 ore ca. (escursione completa).

Accompagnatori: Carlo Diodati (ANE), Luca Mariani (ASE), Andrea Lattanzio (ASE).

Equipaggiamento: Abbigliamento tecnico da escursionismo, scarponcini da trekking, bastoncini telescopici, giacca antivento, guanti, copricapo, occhiali da sole e crema solare; pranzo al sacco, acqua almeno 2 litri.  

Raduno e partenza: Popoli P.zza Paolini, ore 7:00.

 

Iscrizione entro Sabato 17 Giugno (ore 12:00) presso Grifone Electronics (CENTRO TIM), P.zza Paolini – Popoli – ed ai numeri di cellulare riporati in basso. IMPORTANTE: i NON SOCI CAI dovranno fornire all’atto dell’iscrizione nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza e num. cellulare per la stipula dell’assicurazione obbligatoria (pari a 7 €). Info ed iscrizioni: Carlo: 3487058837 / Andrea: 3393407632 / Grifone: 085 9879031